fbpx

Margherita Hack: la signora delle emozioni

Margherita Hack, signora delle stelle, ci ispira ad imparare a gestire le nostre emozioni per brillare in eterno.
Margherita Hack, signora delle stelle, ci ispira ad imparare a gestire le nostre emozioni per brillare in eterno.

Margherita Hack è signora non solo delle stelle, è un universo di emozioni.

È stata esempio di coraggio, donna di grande eccellenza e persona da cui lasciarsi ispirare, proprio per la pungente umiltà e per lo spiccato ottimismo cosmico.

hack

Chi sia la regina delle stelle è scritto ovunque, anche nella via Lattea!

Ed oggi vorrei dare una lettura di questa incredibile e straordinaria creatura in modo differente, in modo intelligente.

Desidero immergervi nelle sue emozioni e cercare di farti capire come si possa, davanti a tante sfide importanti e difficili, utilizzare le emozioni come motore di spinta e di forza.

Margherita Hack e le emozioni

Partiamo con la sua spiccata determinazione: la nostra guerriera, infatti, si iscrive in tempo di guerra (era l’estate del 1940) alla facoltà di Fisica. Una scelta poco scontata per le ragazze dell’epoca, spinta dalla sua passione verso l’universo.

Eppure, nelle sue paure e preoccupazioni di una ragazzina degli anni’40, si gestisce e utilizza questa forza a suo vantaggio.

Si spinge così oltre che, in breve tempo, diventa la prima donna direttore di un osservatorio astronomico nel nostro Paese.

Ottiene riconoscimenti in un momento storico davvero pieno di insidie, soprattutto per il mondo femminile.

E allora penso a quanta intelligenza emotiva ci voglia per sviluppare resilienza, costanza, determinazione e coraggio, di fronte ad una guerra per scegliere “cosa è meglio per me?”.

Per non lasciarsi trascinare dalla paura del giudizio, delle dicerie e delle istituzioni.

hack

La gestione delle emozioni è ciò che profondamente e più di ogni altra capacità, a nostro avviso, genera evoluzione e miglioramento.

Nella crescita personale l’intelligenza emotiva sono la base per uno sviluppo equilibrato ed armonico.

Perché riguarda noi stessi e gli altri.

Perché le emozioni si muovono dentro e fuori, ci spingono ad agire e reagire.

Ci portano nei meandri più profondi del nostro “IO”, nei nostri limiti e nelle nostre più grandi potenzialità.

Imparare a gestire le emozioni diventa quindi spinta verso l’eccellenza: proprio perché il cosiddetto Flow State è determinato dall’assenza di preoccupazioni e ansie e dal totale dominio delle nostre potenzialità.

Come si fa ad arrivare al Flow State?

In che modo possiamo generare creatività e massima espressione delle nostre potenzialità, nonostante le  migliaia di tentazioni rettiliane e le numerose difficoltà che ogni giorno affondando le nostre giornate, avvicinandoci a ciò che vogliamo e allontanandoci da quello che vorremmo, invece, evitare?

Come avrà fatto Margherita a destreggiarsi così bene, nonostante la sua giovane età e il periodo storico impegnativo?

Non lo so per certo, ma credo profondamente che una delle armi più grandi sia stata la sua curiosità per la vita e per la scienza.

Sia stata la sua sete e fame di conoscenza.

emozioni

Ed è infatti con la consapevolezza che si allena questa soft skill fondamentale, l’intelligenza emotiva.

Con la comprensione dei nostri meccanismi disfunzionali e l’accettazione dei nostri blocchi emotivi si comprende come funzioniamo e come evolviamo.

Il primo passo nella gestione delle emozioni è proprio l’accettazione.

Accogliere chi siamo in questo momento, senza giudizi e paure.

Disinnescando quei blocchi e freni emotivi che troppo spesso ti spaventano ma ti tengono fermo.

Immerso nella tempesta emotiva che ti porta solo al naufragio di te stesso.

Demotivandoti e riducendo la tua eccellenza che, credimi, è dentro di te!

Come il mare in tempesta, le emozioni possono travolgerci e stravolgere chi siamo se non lo sappiamo.

hack

E allora, proprio come Mrs Hack, la regina del cuore e della conoscenza, ecco che approfondirci diventa uno strumento di liberazione del nostro potenziale.

Gestire, regolare e guidare le nostre emozioni diventa il timone che direziona anche la nostra vita.

La consapevolezza è la risorsa di miglioramento più impattante ed avvolgente per la scoperta dei nostri talenti.

Il coraggio sta nell’accendere la luce quando il buio della paura ci blocca o ci fa credere che siamo molto meno.

E in questo black out emozionale la vera differenza, come sempre, la fai tu.

Perché se anche un cielo è buio e scuro perché il temporale oscura le stelle, esse ci sono e non smettono di brillare.

La domanda è: vuoi davvero diventare chi credi di essere?

La sig.ra Hack ci ha creduto.

Ed è diventata una stella, che brillerà in eterno.

Perché ognuno di noi, ammirando la sua luce si ricordi che ce n’è una diversa e unica, dentro.

Basta cercarla e credere che ci sia.

Anche quando fa freddo, è buio e la paura si fa grande.

Anche di fronte ai pregiudizi e ad una guerra.

Perché siamo più forti noi se decidiamo di fare la nostra parte.

ALTRI ARTICOLI DI QUESTO AUTORE

L’editoriale perfetto

[Parole: 1770]

Cos’è un editoriale? Perché è importante pianificare i contenuti sui social e sulle piattafo...

1.35
In offerta!
Best Seller
black out emozionale

Black-out emozionale

[Parole: 1581]

In questo mini libro imparerai a gestire il sequestro emotivo, in modo semplice e funzionale in o...

0.00

Questione di abitudini

[Parole: 1765]

In questo mini libro parliamo di abitudini. Le abitudini sono fasci di neuroni che percorrono lo ...

1.35
Emanuela Caiano
Esiste l'esempio. Esiste l'emozione. Esiste un nuovo modo di educare attraverso l'ispirazione. La mia missione? aiutar le persone a liberare il proprio potenziale attraverso la scoperta delle infinite risorse che risiedono dentro di sé.