fbpx

Energia è lavoro, il resto è delirio

Cos’è l’energia? La fisica è la chiave di volta: l’energia è l’attitudine o capacità di un sistema a compiere un lavoro.
Cos’è l’energia? La fisica è la chiave di volta: l’energia è l’attitudine o capacità di un sistema a compiere un lavoro.

L’energia è lavoro

Cos’è l’energia? La fisica è la chiave di volta: l’energia è l’attitudine o capacità di un sistema a compiere un lavoro.

Quindi, al centro non c’è l’energia come tale, ma l’effetto della medesima, ossia il lavoro.

Così riusciamo a svoltare. Infatti, dalla dannatissima New Age in avanti, in questa parte di terra una volta definita gloriosamente “Occidente”, nella fattispecie “Europa”, tutto è diventato energia, ragion per cui, Aristotele docet, niente è più energia. Non a caso, siamo il mondo della stanchezza: meno figli, meno lavoro, meno soldi, meno tutto.

energia

La New Age, in termini marxiani, è la più matura e devastante legittimazione ideologica della fase postmoderna del capitalismo, l’era dell’uomo flessibile, della società del rischio e forse anche del Cinghiale Bianco, già profetizzata, in tempi non sospetti, da Battiato.

Scenario mai visto: il nichilismo vince e il capitalismo offre solo recessione. Un combinato disposto inedito e tutto da studiare. Ma non è questa la sede, ci basti per ora l’indicatore, pur rozzamente espresso, di cui sopra: l’energia, dunque, o è lavoro o non è. Se è tutto, se è anche lo zibaldone da setaccio di fisica quantistica, non vale la pena, non c’è ragione né per vivere né per morire.

Il deserto del reale.

Banniamo gli aggettivi qualificativi

Proseguendo nella necessaria decostruzione della materia in oggetto, osserviamo la pletora di aggettivi qualificativi appiccicati alla parola “energia”: spirituale, sessuale, creativa (brrrr….)

E via delirando. Altro errore di pensiero.

C’è una sola categoria di energia e si chiama “lavoro”. Il retto pensiero riconosce questo fatto. Il delirio congiura contro questo saldo e nitido riconoscimento.

Osserva Gaetano Fornaro:

“Delirare” è un verbo latino composto dalla particella “de” (da), indicante allontanamento, e “lira” che significa “solco”. In origine dunque voleva dire “uscire dal solco” o, come diremmo oggi, “dal seminato”. Quindi, per progressiva astrazione, “uscire dalla via della ragione”, “farneticare”, “vaneggiare”.

Delirio come patologica eccedenza di senso

De-lirare, inoltre, implica un’aggravante, come nel delitto, perché, uscendo dal solco, dal limite-confine, l’io aggiunge un altro senso a ciò che la realtà gli squaderna davanti agli occhi: il delirio è, dunque, eccedenza di senso al di fuori della retta ragione. Così si spiega come il senso non sia affatto la cartina di tornasole della ragione.

Esistono deliri mistici e perfino deliri politici, come il “delirio di riforma”, tipicamente afferente al soggetto che, sentendosi chiamato ad alati e sommi compiti, per definire i quali la Storia o il Destino avrebbero fatto gli straordinari, dice tutto-e-di-più su tutto, e in quel “di più”, privo di nessi col reale, c’è appunto il delirio.

energia

Applicato alla parola “energia”: la sua asciuttezza rigorosamente qualificata e qualificante non ammetterebbe quel “di più”, quell’eccedenza (patologica) di senso non sopportabile dal lemma in questione. E, invece, giù le cateratte della verbosità simil-qualificante: energia sessuale, creativa, intellettuale, e via delirando (chiedo venia per ridondanza, seppur necessaria).

No, basta la parola, come in una vecchia pubblicità televisiva, nota agli ultracinquantenni come lo scrivente: energia è lavoro. Il resto è – ormai lo sappiamo – delirio.

ARTICOLI SUGGERITI

I quattro atteggiamenti per migliorare la vita sessuale

[Parole: 2456]

Il benessere e la salute sessuale richiedono uno stato di benessere e salute fisiche, emotive e a...

1.80
In offerta!
Best Seller

Le competenze emotive al lavoro

[Parole: 1762]

Questo ebook permette di approfondire in modo strutturato le 25 competenze legate all’intellige...

0.00

12-Suoceri

[Parole: 1827]

In questo e-book discuteremo di come una coppia sia spesso pressata dalla voglia dei genitori di ...

1.35