fbpx

Pecunia (non) olet: la Yellen contro il Bitcoin?

La Bank of New York Mellon consentirà ai propri clienti di detenere e trasferire moneta virtuale, ma Janet Yellen dichiara i suoi timori.
La Bank of New York Mellon consentirà ai propri clienti di detenere e trasferire moneta virtuale, ma Janet Yellen dichiara i suoi timori.

Dalla Mellon alla Yellen: uno scontro politico?

Non era mai successo fino ad ora, eppure oggi è un fatto: la più antica banca americana, Bank of New York Mellon, consentirà ai propri clienti di detenere e trasferire moneta virtuale.

yellen

Bitcoin ha sfondato il muro dei 48mila dollari. Un processo che sembra inarrestabile.

Mentre sto scrivendo, la criptovaluta-madre ha perso un corposo 17%, ma il trend al ribasso è dovuto, oltre che alle inevitabili fluttuazioni del mercato, alla guerra aperta dal Segretario al Tesoro USA, Yanet Yellen, “che ha messo in guardia dall’esplosione di rischi” legati al diffondersi delle criptovalute”.

Cosa teme la Yellen?

Seguiamo il suo ragionamento:

“Le criptovalute e i beni virtuali hanno offerto una promessa, ma sono stati anche utilizzati per riciclare i profitti dei trafficanti di droga online e per finanziare il terrorismo”.

Essi, dunque, comportano “un’esplosione di rischi”, come quelli legati alla cybersecurity, aumentati in maniera esponenziale durante la pandemia da Covid-19.

Non solo.

C’è anche il riciclaggio del denaro sporco, proveniente dai proventi del traffico di droga, e infine il finanziamento del terrorismo.

La partita è duramente politica.

Perché il denaro, intesa come valuta per compravendita di beni e servizi sul mercato, nonché indicatore della ricchezza ed “equivalente generale” (Marx), da sempre è nodo brutalmente politico.

L’economia, una volta, si chiamava appunto “politica”, perché la questione era chiara: i sistemi-paese producono ricchezza avendo alle spalle assetti politici forti e stabili.

Da cosa si sta difendendo l’America delle élites?

La retorica aiuta sempre e la Yellen la usa a piene mani nelle sue dichiarazioni:

“L’innovazione non dovrebbe essere solo uno scudo per proteggersi dagli attori malevoli”.

yellen

Attenzione: qui si afferma, “solo”, perché in realtà è ben noto a tutti coloro che ancora hanno uso di ragione che l’innovazione nasce in larga misura per proteggere sistemi e facilitare il dominio di certi assetti sistemici su altri spazi economico-politici (l’innovazione del ‘900, di natura bellica, non si spiegherebbe altrimenti).

Ma, nella cornice comunicativa che la Yellen intende promuovere, questo “reframing” ci poteva stare.

Andiamo oltre.

Incalza il Segretario al Tesoro americano:

“L’innovazione dovrebbe anche essere una leva per aiutare più persone a salire verso una più alta qualità della vita”.

Questo aspetto, prevalentemente declinato a partire dagli anni ’90, si è scontrato sovente con le dinamiche dure ed apparentemente insuperabili dell’economia postmoderna, finanziaria e politica ad un tempo.

Sermone retorico della Yellen, per dire cosa?

Avvertimento ai nuovi capi della Casa Bianca: signori, avete davanti a voi uno scenario che potrebbe diventare incontrollabile. Con mezzo mondo arabo, in guerra contro di noi, che sta usando a man bassa Bitcoin e le nostre casse sono in rosso.

Perché, prima o poi, la questione del gigantesco debito americano, pagato pesantemente dalla Cina, dal Giappone, dal Brasile e, guarda un po’, anche dal Governo e dalla Fed, dovrà essere affrontato.

Rovesciamento retorico: la lotta alla disuguaglianza

La Yellen chiude il suo sermone anti-Bitcoin evitando per fortuna ridicole ed imbarazzanti demonizzazioni, ma non per questo fornendo soluzioni decenti in termini di policy monetaria e governance sistemica:

“L’innovazione nel settore potrebbe aiutare ad affrontare questi problemi dando a milioni di persone accesso al sistema finanziario”.

yellen

Quindi, ricapitoliamo:

da un lato, l’innovazione non funziona perché rischia di far saltare i paletti sistemici del controllo della circolazione di moneta, favorendo riciclaggio e finanziamento al terrorismo,

ma, dall’altro, è cosa buona e giusta in quanto garanzia di accesso a milioni di persone al sistema finanziario.

Un bel loop strategico con nette conseguenze sul piano pratico che rivela la debolezza delle élites al comando di un’America spompata, senza più orizzonti unitari e leadership.

Milioni di persone hanno già accesso al sistema finanziario e molto di ciò lo devono proprio al Bitcoin, che non è il nuovo Eldorado, ma l’esito più complesso, pervasivo e raffinato della dimensione finanziaria e monetaria che la scuola neoclassica prima e i ruggenti anni ’90 hanno imposto al mondo.

Chi di spada ferisce…

ARTICOLI SUGGERITI

C’era una volta Educò

[Parole: 2162]

Educò è una filosofia. E’ uno stile educativo. E’ un modo di pensare ed educare.
E’...

1.80

12 Regole del cervello

[Parole: 1973]

Questo e-book ti permetterà di comprendere le 12 regole basilari per far funzionare bene il tuo ...

1.35

Le 10 regole dell’amore

[Parole: 2745]

Le dieci regole dell’amore sono dei consigli per vivere appieno l’amore in tutte le sue forme...

2.25