fbpx

Adolescenti – Dal “Tik Tok” al “Tic Tac”

Il fenomeno delle challenge sui social sta attirando l’attenzione mediatica verso queste sfide lanciate nel web a seguito di alcuni eventi tragici che hanno coinvolto diversi adolescenti.
Il fenomeno delle challenge sui social sta attirando l’attenzione mediatica verso queste sfide lanciate nel web a seguito di alcuni eventi tragici che hanno coinvolto diversi adolescenti.

Il fenomeno delle challenge sui social sta attirando l’attenzione mediatica verso queste sfide lanciate nel web a seguito di alcuni eventi tragici che hanno coinvolto diversi adolescenti.

“L’impresa della crescita non è solo un’avventura giovanile, ma un’esperienza di tutta la vita”

L’età dell’oro, adolescenti tra sogno ed esperienza. Fabbrino e Melucci

Internet è uno dei luoghi in cui si vive “nel presente” e “del presente”, dove la memoria si sfuma e dove i limiti cercano di essere oltrepassati.

Luoghi in cui si ricerca un riconoscimento del proprio valore e della propria identità (ma da che mondo e mondo l’essere umano è sempre alla ricerca di un riconoscimento del proprio valore e della propria esistenza).

Una “challenge” è una sfida lanciata da un utente per imitare e/o superare un comportamento attraverso i canali social, da documentare e da condividere sia innocuo (un balletto, un tinta di capelli o un trucco) sia molto pericoloso (ad esempio autolesionismo, bullismo o comportamenti a rischio).

adolescenti

L’adolescenza e gli adolescenti

L’adolescenza è uno dei periodi critici della vita, determinato da cambiamenti fisici, cognitivi ed emotivi.

Ci sono alcuni elementi che influenzano l’assumere comportamenti a rischio come ad esempio la personalità, l’autostia, il contesto economico, il contesto socio-culturale e il gruppo dei pari.

Oltre a questi elementi sopra elencati ci sono altri fattori psicologici che caratterizzano l’adolescenza.

In questa età c’è un “controllo percepito alterato” in cui l’ottimismo tende ad amplificarsi e i rischi vengono valutati sotto il controllo del ragazzo, quindi affrontabili.

In tutto questo l’assenza di un esperienza pregressa aumenta l’ottimismo irrealistico.

Troviamo inoltre un “giudizio prototipico” come principio organizzatore della realtà in cui alcune categorie vengono viste come distanti da sè e alcune sitazioni meno rischiose.

Abbiamo anche il “mantenimento e/o costruzione dell’autostima” e i social sono uno dei luoghi in cui l’autostima è ancora più in gioco.

Per autostima si intende l’insieme di giudizi e valutazioni che l’individuo ha di sè e questa sarà tanto più elevata quanto il sè reale (ciò che siamo) e il sè ideale (ciò che vorremo essere) siano vicino o distanti.

Questa distanza influirà quanto ognuno crede in sè stesso.

I social giocano un ruolo proprio su questa differenza .

Idoli e punti di riferimento

Dove gli adolescenti tendono a ritenere che le proprie azioni, lo stile di vita e la personalità siano migliori rispetto a quelli degli altri o dove, per costruirla cercano di seguire l’esempio dei propri idoli.

Una delle maggiori Strategie di copyng ( strategie per fronteggiare e gestire le sfide, lo stess ecc ecc), in condizioni di stress elevato, è la negazione per proteggersi contro l’ansia.

Ogni adolescente ha, inoltre, una propria “fiaba personale” in cui c’è un “invulnerabilità percepita” , un sentimento che fa sentire i ragazzi unici, al centro, immortali e onnipotenti.

Questa fiaba è necessaria perchè il sentirsi vulnerabili può portare gli adolescenti in uno stato angoscioso, sia fisico che psicologico e che potrebbe impedirli di fare delle scelte e sia il mettersi alla prova (Elkind)

La fiaba personale può motivare le persone a ignorare alcune precauzioni sensate portandoli all’ esposizione di alcuni rischi certi.

Anche se un particolare rischio viene riconosciuto tale, la maggior parte degli adolescenti conclude che sia accettabile e quando si avvera o avvengono delle tragedie si rafforza in loro l’idea che a loro non accadrà mai (Elkind).

Un ulteriore elemento è il gruppo dei pari che è un collegamento importante tra il soggetto e la società nel processo di formazione delle opinioni e delle forme di rappresentazione di sè e degli altri.

Può rappresentare sia una fonte di sicurezza e di stima i sè, un importante sostegno nel processo di emancipaione dei genitori e dagli adulti in generale e gli fornisce un sistema di valori di riferimento che si vanno ad integrare con quelli trasmessi dalla propria famiglia.

I social come ponti tra i mondi per gli adolescenti

È in questo sistema che si inserisono i social network che fungono da ponte tra i mondi che le persone si trovano a vivere e a relazionarsi e le challenge che vengono proposte da alcune persone.

In questo lungo viaggio verso il mondo adulto, si è vista l’assenza o lo sfumare di quei riti di passaggio che, un tempo, rendevano meno sfumati i confini che determinavano il passaggio dall’età giovanile e quella adulta.

Le challenge potrebbero rientrare tra quelle pratiche autodirette tra i giovani e giovani adulti per la costruzionde della propria autostima, il riconosciemento del proprio valore e il percorso verso il mondo adulto viene.

Queste “prove” che gli adolescenti possono trovarsi ad emulare, nel grande capo di gioco che è quello del web e della costruzione del proprio presente per il proprio futuro adulto.

Vi lascio con una poesia adatta a questo periodo della vita.

“Crescerai, ma spero che porterai nel tuo zaino

i tuoi occhi bambini, , i tuoi giochi più fantasiosi e

l’entusiasmo, la forza di una palla lanciata nell’aria.

Crescerai, ma spero che cercherai nuovi amici e come dolci gli sceglierai

di tutti i colori.

Crescerai, ma spero che salverai tutti i tuoi pensieri

non ne condannerai nessuno per essere un errore

o una convinzione sbagliata o incerta.

Crescerai, ma sepero che imparerai ad usare

un’unica parola in molte lingue: ti amo, je t’aime, i love you,

in greco, in latino, in arabo, in sanscrito, in ebraico.

Crescerai scegliendo l’amore…. lo spero”

di Stefano Boron

ARTICOLI SUGGERITI

11-Di nuovo io e te

[Parole: 2491]

In questo e-book parleremo del momento in cui i figli ormai grandi se ne vanno e i due genitori s...

1.80

I quattro atteggiamenti per migliorare la vita sessuale

[Parole: 2456]

Il benessere e la salute sessuale richiedono uno stato di benessere e salute fisiche, emotive e a...

1.80

12 Regole del cervello

[Parole: 1973]

Questo e-book ti permetterà di comprendere le 12 regole basilari per far funzionare bene il tuo ...

1.35