fbpx

Italia e depressione – Siamo davvero così depressi?

La depressione è così radicata nella nostra vita? Siamo davvero così depressi? Perché chiediamo aiuto direttamente agli psicofarmaci?
La depressione è così radicata nella nostra vita? Siamo davvero così depressi? Perché chiediamo aiuto direttamente agli psicofarmaci?

La depressione è così radicata nella nostra vita quotidiana? Siamo davvero così depressi?

Sembra di sì.

depressione

Gli italiani hanno più paura della psicoterapia che degli psicofarmaci.

In un Paese modernizzato e pieno di ogni comodità è ancora tabù chiedere aiuto a psicologi o psichiatri assumendo semplicemente il farmaco.

I dati sulla depressione

Uno studio condotto dall’Istituto di Fisiologia Clinica del Cnr afferma che sono più di 7.000.000 gli Italiani tra i 15 e 74 anni a fare uso di psicofarmaci almeno una volta all’anno.

Incremento ben visibile dai dati dell’Agenzia Italiana del Farmaco che afferma a maggio del 2018 un 6% di consumo in più rispetto agli anni precedenti.

Gli antidepressivi più comuni sono gli ssri (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) una classe che comprende alcuni tra i più venduti al mondo:

  • fluoxetina (Prozac)
  • paroxetina (Daparox)
  • sertralina (Zoloft)

affiancati ovviamente dagli antidepressivi di seconda generazione.

Restiamo sempre su fonti certe come AIFA,  la quale sostiene che c’è un 8% di aumento di ansiolitici come Valium, Tavor, Lexotan soprattutto tra i giovani di 35 anni sempre più colpiti da ansia e senso di isolamento.

Quindi, in percentuale e nel fatturato farmaceutico, …

… sì, siamo davvero depressi.

Allo stesso tempo, credo fortemente, dopo essermi informato attentamente, che gli psicofarmaci agiscono più sul sintomo che sulla paura o altre componenti emotive.

Risultato finale che, oltre ad avere un aumento di persone che fa utilizzo degli stessi, abbiamo anche un forte problema di dipendenza. 

La stessa dipendenza in molti casi ancora più complessa da curare che la stessa depressione.

Sono Rigo Mariano, imprenditore, coach e motivatore,

di natura ho sempre lottato per mediare a non utilizzare determinati farmaci senza una consulenza specifica e quindi una motivazione valida, cercando di capire la vera causa che scatena un semplice mal di testa o addirittura, una depressione.

E mi trovo completamente d’accordo con Anthony Robbins il quale sostiene che:

“Nessuno è depresso, la depressione non è una condizione permanente, come la perdita di una gamba, bensì uno stato d’animo in cui si può entrare ed uscire”.

depressione

La maniera per cambiare questa situazione non consiste nello sguazzare nei brutti ricordi, ma nel mutare le submodalità, quindi la struttura stessa dei ricordi.

Ovviamente non sono un medico e tanto meno ho l’esperienza di Robbins ma voglio dire la mia sulla depressione.

Posso assicurarvi che la prima soluzione al problema (e mi spingo a dire con l’intento di provocare se me lo permettete) sta nella fisiologia della persona, oserei dire addirittura prima di un buona dose di psicofarmaci.

Mi spiego meglio.

Salvo casi patologici o cronici gravi in cui siano comprovate e inevitabili le esigenze di prescrizione, diamo al paziente la possibilità di camminare, di fare lunghe camminate in natura.

Diamo loro l’opportunità di imparare una buona meditazione ed educare ad un’ottima alimentazione.

Sono potenti azioni che attiveranno in lui endorfina, serotonina e ossitocina, in maniera del tutto naturale.

Le 7 leggi di AME

Ho creato con un team di professionisti le 7 leggi di AME, un programma evolutivo che ti permette in poco tempo di raggiungere lucidità mentale, energia allo stato puro e, per completare in bellezza, ottima serenità.

Sto lavorando a questo progetto da più di un anno  e vi assicuro che arriviamo a risolvere molti problemi di salute.

Esempio che voglio farvi, molto recente, risale circa ad un mese fa.

Una ragazza, che per motivi di privacy chiameremo Anna, mi ha confidato che, dopo aver fatto un percorso di coaching evolutivo con me e su indicazione anche del medico visti i miglioramenti, ha eliminato la pastiglia della pressione, una media di 5 supposte per il mal di testa, fortissime anche da metabolizzare per l’organismo, e 10 “famosissimi” OKI.

Vi chiederete:

cosa ha fatto Anna nel percorso per riuscire in una simile impresa?

Oltre a perdere 9 kg di massa grassa, ha cominciato con me una routine mattutina molto importante:

sveglia ore 5.30, camminata di almeno 40 minuti, meditazione, lettura, assoluta eliminazione di caffè e alcolici, corretta alimentazione prevedendo l’eliminazione dei dolci e abbinando correttamente proteine e carboidrati.

Ora Anna, per il passato molto doloroso che ha avuto, sta seguendo un percorso per rafforzare la propria autostima, sorridere delle piccole gioie della vita e per provare quella emozione perduta chiamata felicità.

Anna con la sua forza di volontà ha dimostrato costanza, disciplina ed è stata affiancata ogni giorno da me, semplicemente con un messaggio e nemmeno tutte le mattine.

depressione

Vedete è proprio questa la differenza che fa la differenza: non basta un’ora dallo specialista, un corso di formazione dove venite bombardati di strumenti nuovi e poi alla fine del corso abbandonati a voi stessi.

Io ed il mio team vi stiamo vicini ogni giorno e il nostro unico obiettivo e farvi camminare con le vostre gambe per ogni giorno della vostra vita facendone un capolavoro senza eguali.

Rileggete attentamente questo articolo scritto con il cuore, con professionalità da un uomo che ogni giorno si allena a diventare la migliore versione di sé stesso. 

Vi invito fortemente a scaricare la guida e di contattarmi per ogni esigenza. 

Con affetto, 

Mariano Rigo, Imprenditore       

ARTICOLI SUGGERITI

Parole giuste

Cerchi le parole giuste per educare i tuoi figli? Vuoi comprendere come applicare la comunicazione efficace nel tuo lavoro? Vuoi le strategie per o...

90.00

Identi-Kit

[Parole: 1549]

L’autostima è il valore che ti dai. La qualità e quantità di apprezzamenti con cui, attraver...

1.35

Le 10 regole dell’amore

[Parole: 2745]

Le dieci regole dell’amore sono dei consigli per vivere appieno l’amore in tutte le sue forme...

2.25
Mariano Rigo
Ognuno ha dentro di sè una montagna da scalare. Con forza, determinazione e coraggio puoi affrontare ogni sfida nella vita . L'evoluzione è trasformazione. Aiutare le persone in questo grande cammino è il mio scopo,la mia visione. Ho scalato fino a 4554 metri nel momento più difficile della mia vita perchè avevo bisogno di non mollare, di continuare ad andare avanti. In azienda utilizzo la natura e l'arte del kaizen (miglioramento continuo) per fare crescere i team e i collaboratori ,aiutandoli a ritrovare dentro di sè quel luogo speciale dove TUTTO è possibile. Il coaching evolutivo è una speciale metodologia che ho creato per chi vuole andare oltre i propri obiettivi, per chi vuole superare limiti e condizionamenti mentali sfidando sé stesso in natura. Il percorso più completo che propongo è AME: accademia mentale evolutiva, 7 mesi -7 abitudini - 7 weekend in cui sviluppi competenze trasversali e trasformi la tua vita attraverso un viaggio speciale, immerso nella natura e nelle tue emozioni. Sono esperto in "Kaizen aziendale" e teambuilding in natura, certificato NLP Coach dalla Bandler Society e Master Pratictionner in Pnl.