fbpx

Business Dojo: allenarsi con il coaching

Business Dojo è un nuovo metodo di sviluppo in cui formazione e palestra interattiva si mescolano per apprendere nuove competenze.
Business Dojo è un nuovo metodo di sviluppo in cui formazione e palestra interattiva si mescolano per apprendere nuove competenze.

Allenarsi con il coaching è il modo migliore per disimparare errori e imparare nuove abitudini, nuovi asset mentali e nuove modalità di interazione, ed ora è possibile farlo con business dojo.

Ed è un vero match quello che propone Edmondo Lavarini, l’imprenditore e fondatore del progetto Business Dojo, un nuovo modello di sviluppo in cui formazione e palestra interattiva si mescolano in un mix potente e concreto per apprendere nuove competenze.

coaching business dojo

Ma cosa spinge un imprenditore di 50 anni ad innovarsi? A continuare a credere che un nuovo business sia possibile?

“Dall’Economist emerge che il nostro Paese sta diventando ininfluente… cambia tutto per non cambiare niente”.

L’Italia patria del Rinascimento e della Cultura non va giù a Lavarini che, con tenacia e determinazione, continua a progettare e creare start up che possano invece rilanciare il nostro modo di fare business.

L’energia, la vitalità e la curiosità di Edmondo si percepiscono dalla voce, dall’entusiasmo con cui racconta le sue idee e dalla contaminazione che, dall’amore del Giappone all’interesse per la storia, creano composizioni architettoniche nell’impresa davvero differenti.

Come appunto il Business Dojo, un format nuovo in cui esperti si mettono a disposizione in percorsi brevi e verticali dove “ gli studenti partecipanti ” si allenano per costruire i propri punti di forza.

Business dojo è intelligente

Questa etica del business mi piace particolarmente perché è intelligente.

Va “dentro” e in profondità e come dice Edmondo: “indica la via, non dà la soluzione ma ti mette in condizione di allenarti per risolvere le problematiche e poi alla fine guardare avanti”.

Questa “composizione architettonica può essere modificata nonostante i punti fissi : due ore di lavoro, pausa/due ore di lavoro, pausa/due ore di lavoro, pausa”.

coaching business dojo

Questa nuova formula di apprendimento porta la persona ad abituarsi all’allenamento e nel rapporto orizzontale con gli altri partecipanti ad auto-migliorarsi.

Poche cose ma approfondite, un allenamento semplice ma costante.

Identificare una tematica e definire la problematica di riferimento, per trovare poi delle soluzioni ad esso in modo autonomo e creativo.

Effettivamente, in un mondo in cui le informazioni sono troppe e le notizie sono infinite, partire da un piccolo argomento ed esplorarlo in modo verticale potrebbe essere una bella idea.

Fare una cosa bene è meglio di farne tante male.

In questo progetto interessante, in cui anche alcuni esperti di SEI faranno parte, si impara facendo e si applica iniziando.

Il mondo della formazione, della conoscenza e del coaching è grande e spesso troppo banalizzato.

In realtà partendo da un punto possiamo fare la differenza se e solo se ci alleniamo.

Concludiamo questo breve articolo, di cui vi invitiamo a guardare l’intervista integrale al link qui sotto, con un altro concetto impattante che esplora l’imprenditore Lavarini:

TASCHE VUOTE? CERVELLO PIENO!

In un momento di difficoltà e distanza fisica, in un periodo storico davvero unico e, speriamo, irripetibile, l’impresa può comunque rinascere.

Come? Studiando, leggendo e allenando le competenze.

Ci sono molte opportunità e, con piccoli strumenti tecnologici, possiamo davvero creare qualcosa di straordinario.

Facendo partnership ed insieme “gridando” quanto sia importante la mentalità orientata al coaching.

Sono d’accordo, siamo d’accordo.

Ed è in fondo questo il concept di SEI e quindi, caro Edmondo, da tutto il team grazie e complimenti!

CONTATTA EDMONDO:

GUARDA L’INTERVISTA INTEGRALE SUL NOSTRO CANALE

ALTRI ARTICOLI DI QUESTO AUTORE

Pillola rosa

[Parole: 3116]

Con questa mini-guida capirai come funziona il nostro corpo e quali sono i comportamenti e i modi...

2.70

L’editoriale perfetto

[Parole: 1770]

Cos’è un editoriale? Perché è importante pianificare i contenuti sui social e sulle piattafo...

1.35

Questione di abitudini

[Parole: 1765]

In questo mini libro parliamo di abitudini. Le abitudini sono fasci di neuroni che percorrono lo ...

1.35
Emanuela Caiano
Esiste l'esempio. Esiste l'emozione. Esiste un nuovo modo di educare attraverso l'ispirazione. La mia missione? aiutar le persone a liberare il proprio potenziale attraverso la scoperta delle infinite risorse che risiedono dentro di sé.