fbpx

SESSUALITA’ ED AUTOEROTISMO: toccatevi, esploratevi

Questo momento di isolamento e distanziamento sociale forzato può essere l'occasione per esplorare la sessualità con se stessi.
Questo momento di isolamento e distanziamento sociale forzato può essere l'occasione per esplorare la sessualità con se stessi.

Mentre la redazione di SEI portava alla mia attenzione questa iniziativa Instagram della Durex intitolata “TOCCATEVI”, io stavo registrando un video per il mio canale You Tube proprio sulla consapevolezza corporea nella sessualità.

Non può essere una coincidenza e dunque merita due righe di commento.

Tempo per la nostra sessualità

Trovo assolutamente significativo che si porti l’attenzione alla sessualità con sé stessi e all’autoerotismo.

In questo momento di isolamento e distanziamento sociale si parla molto dell’astinenza sessuale forzata e molto poco dell’opportunità di esplorare la sessualità da soli.

Esplorare la sessualità da soli non significa aprire un sito porno e vai di masturbazione consolatoria. 

Quando la masturbazione diventa la consolazione può essere frustrante e anche portare a un abbassamento dell’umore.

E allora che cosa si può fare?

Fondamentalmente due cose:

  • esplorare il proprio corpo e come funziona col piacere
  •  dare spazio alla fantasia e all’immaginazione

Fuori dal comfort genitale

Il corpo erotico non è circoscritto ai genitali e, anche relativamente ad essi, esplorare significa avventurarsi nei dettagli per comprende come funzionano.

Siamo sempre troppo convinti di sapere tutto di noi e viviamo la sessualità quasi sempre nella zona di comfort. 

Ma il comfort emotivo, corporeo e mentale è la morte dell’eros.

sessualità

Questo momento in solitudine può trasformarsi in momento di autonomia se lo impieghiamo a comprenderci meglio.

Per quanto riguarda la sessualità può essere un momento per interrogarci su quali sono le nostre credenze su di essa, quali sono le cose che vorremmo provare e quali i tabù o le paure che ci impediscono di esplorare tali cose.

E ancora, possiamo usare il tempo per prenderci cura del nostro corpo e comprendere come funzioniamo in rapporto al piacere.

Esploratori della sessualità e del piacere si diventa

Per diventare esploratori occorrono allenamento e pratica.

Vi propongo tre cose da sperimentare come basi per esplorare ma più le adatterete a voi più avranno valore e saranno efficaci.

  1. Preparate il vostro ambiente per l’auto erotismo come se steste per incontrare la persona che desiderate e amate di più. Mettete musica, candele, profumi. Versatevi un bel bicchiere di vino, Se volete stimoli visivi sceglieteli di qualità e non a caso. Lavatevi, agghindatevi e profumatevi. State per fare all’amore con la persona che passerà tutta la sua vita con voi… cioè voi.
  2. Non puntate diretti alla meta. Il vostro corpo merita carezze e stimoli dietro il collo, lungo l’interno cosce, nei piedi, intorno all’ombelico e magari può essere una buona occasione per stimolare parti che non sapete che sensazione vi danno. Vi sarà utile per quando riapriranno i cancelli e potrete incontrare le persone con cui di solito vi abbandonate al desiderio e al piacere. Saprete cosa chiedere.
  3. Date spazio alla fantasia e all’immaginazione. Siete soli e nessuno vi giudica. Se vi piace scrivere scrivete un bel racconto erotico, se vi piacciono le “parole sporche” ditele, se vi va di stare a occhi chiusi e immaginare di fare all’amore con la fata dei ghiacci o il cavaliere senza testa fatelo. La fantasia e l’immaginazione sono essenziali per il desiderio e trovano nella solitudine uno spazio favorevole e fertile. Nessuna fantasia è illecita o immorale. E’ solo fantasia.
sessualità

La sessualità è un aspetto altamente evolutivo per l’essere umano se ne impariamo il valore e le mille sfaccettature.

Non esiste nessun processo evolutivo che non passi anche per un ritiro in sé stessi. Ed è così che io penso a questo momento.

Non sono privata del contatto sociale ma mi è data l’occasione del contatto con me stessa.

La solitudine dà alla luce l’originale che c’è in noi.

Thomas Mann

ARTICOLI SUGGERITI

In offerta!
Best Seller
black out emozionale

Black-out emozionale

[Parole: 1581]

In questo mini libro imparerai a gestire il sequestro emotivo, in modo semplice e funzionale in o...

0.00

La sveglia prima del business

[Parole: 1638]

In questa mini-guida scoprirai il segreto di tutte quelle persone di successo che ogni giorno tra...

1.35

Le 10 regole della ricchezza

[Parole: 2570]

Questo ebook vuole essere un aiuto a tutte le persone che vogliono usare le proprie competenze e ...

2.25
Anna Bernardi
Dal 1996 sono Infermiera e già dai primi anni di lavoro mi sono accorta che la parte che amavo coltivare del lavoro era quella relazionale La mia curiosità mi ha spinta verso lo studio di modi differenti e integrati del prendersi cura delle persone e il mio incontro con la Dott.ssa Balconi Loredana e il Dott. Alessandro Quadernucci e la loro Accademia del NEI(Integrazione Neuroemozionale) prima, e poi con la Dott.ssa Milena Screm e il suo modello di Breathwork e counseling a mediazione corporea  mi hanno permesso di dare forma e sostanza professionale a questa mia passione. Fra i mille corsi più o meno lunghi di mindfulness, gestione del dolore, comunicazione, master per conduzione di gruppi e gestione delle coppie in counseling ho incontrato la sessuologia che ho approfondito presso una delle più vecchie scuole di sessuologia, il CIS-Centro Italiano di Sessuologia., dove ho conseguito il titolo di Consulente sessuale dando struttura e sostegno a un ambito di cui mi occupavo da anni come professionista e come persona.