fbpx

Il colore della sconfitta

Che colore può avere la sconfitta? Beh se guardiamo le elezioni americane direi bianco e marrone!Il bianco dei capelli di Donald Trump e il marrone colante della tinta di Rudy Giuliani.
Che colore può avere la sconfitta? Beh se guardiamo le elezioni americane direi bianco e marrone!Il bianco dei capelli di Donald Trump e il marrone colante della tinta di Rudy Giuliani.

Che colore può avere la sconfitta?

Beh se guardiamo le elezioni americane direi bianco e marrone!

Il bianco dei capelli di Donald Trump e il marrone colante della tinta di Rudolph Giuliani.

La vista è sicuramente uno dei sensi più importanti, almeno nel contesto relazionale, perchè ha una struttura così antica che attiva molto velocemente la parte del nostro cervello più antica.

La comunicazione abbiamo spesso detto che è formata da una parte verbale, che è circa il 7%, e da una parte non verbale che è il restante 93%.

La parte non verbale è composta da tutto quello che non sono le parole, quindi si capisce bene quanto la vista e l’udito siano fondamentali per la comunicazione.

Il ritmo, il tono della comunicazione, i movimenti, le espressioni, ecc

Sono tutte cose che influiscono su come una comunicazione arriva al suo destinatario.

Oggi ci concentriamo sulla Vista, uno dei sensi più antichi, perchè è collegato direttamente con il nostro sistema limbico.

Gli studi di Ledux hanno fatto vedere come esistono dei collegamenti diretti tra gli occhi e l’amigdala, il nostro centro di controllo emozionale.

Questo in parole povere vuol dire che quando vediamo qualcosa, l’informazione arriva direttamente nel centro delle emozioni e poi viene processata come pericolosa o meno.

colore emozioni

Colore ed emozione vanno di pari passo

Per spiegare come la vista e le emozioni vanno in tandem nel nostro cervello analizziamo quello che è successo in America in questi giorni.

Trump ha perso le elezioni!

Se guardate le sue ultime uscite pubbliche potrete notare una cosa:

I suoi capelli hanno cambiato colore, sono passati da biondi a grigi e questo ha subito scatenato varie reazioni.

La cosa interessante è che guardando le immagini ho nettamente avuto l’impressione di una persona ormai sconfitta.

Se poi vogliamo aggiungere altra carne al fuoco vi invito a guardare le immagini di Rudolph Giuliani nell’ultima apparizione pubblica.

Le immagini del colore marrone della tinta che cola sul suo viso che emozioni vi suscitano?

Personalmente mi fanno pensare a qualcuno che sta perdendo pezzi.

La cosa più importante che dobbiamo ricordarci è che le nostre emozioni vanno di pari passo con i nostri pensieri.

Quindi da questo capite quanto la vista sia importante nella comunicazione.

colore vista

Emozioni al potere

Avevo già analizzato l’aspetto delle emozioni nel contesto politico.

E come queste influiscono nella comunicazione privata o pubblica che sia.

Questo articolo vuole essere uno spunto di riflessione su quanto le nostre emozioni condizionano la comunicazione in modo non circolare.

Cioè, quando io ho visto le immagini in questione, le mie emozioni mi hanno subito indirizzato verso una serie di pensieri e convinzioni.

Questo è normale!

Quindi tutti noi dobbiamo essere consapevoli di che emozioni proviamo o che tipo di emozioni potremmo scatenare nei nostri interlocutori.

Ciò non vuol dire modificare la nostra comunicazione, ma semplicemente essere consapevoli che questa potrebbe subire delle interpretazioni.

Detto tutto questo, come sapete le emozioni sono la nostra prima linea di analisi del mondo.

Più analizzo il comportamento di Donald Trump o del suo legale Rudolph Giuliani più mi convinco che siano veramente alla frutta.

Come animali randagi, abbandonati da tutti, stanno abbaiando e mordendo le sbarre per non finire al canile.

Come se fossero davvero gli unici a non aver ancora capito o accettato che hanno perso.

Non finirà così, lo so.

Faremo ancora articoli sul Tycoon e i suoi eccessi, perchè quello che fa lo fa per un motivo preciso.

Non fatevi ingannare, lui sà benissimo di aver perso, e sta già preparando la prossima campagna elettorale.

Forse per questo ha cambiato colore di capelli, per assomigliare più ad un saggio?

Sul colore che cola dalla testa di Giuliani invece potremmo dire tanto, ma a volte le parole sono superflue e bastano le immagini.

ALTRI ARTICOLI DI QUESTO AUTORE

Le 10 regole della ricchezza

[Parole: 2570]

Questo ebook vuole essere un aiuto a tutte le persone che vogliono usare le proprie competenze e ...

2.25

Parole giuste

Cerchi le parole giuste per educare i tuoi figli? Vuoi comprendere come applicare la comunicazione efficace nel tuo lavoro? Vuoi le strategie per o...

90.00

12 Regole del cervello

[Parole: 1973]

Questo e-book ti permetterà di comprendere le 12 regole basilari per far funzionare bene il tuo ...

1.35
Michele Quadernucci
Laureato in Sviluppo economico, Cooperazione internazionale e Gestione dei conflitti presso l’Università degli Studi di Firenze, ha ampliato le sue competenze con un diploma triennale di Counseling psicosomatico ad indirizzo comunicativo, olistico, integrato. Ha proseguito le sue formazioni nel campo della formazione e del benessere ottenendo l’Internazional NLP Coaching Certification di Grinder, Bostic e Frausin e diventando formatore nell’uso delle LifeSkills. Lavora per lo sviluppo dell’intelligenza emotiva nel contesto educativo e formativo, usando la gestione dello stress e delle emozioni come base per una didattica innovativa; negli anni ha sviluppato modelli di lavoro sulle emozioni e sulla didattica legati alle LifeSkills e all’intelligenza emotiva, che permettono di ottenere risultati eccellenti, ecologici e ripetibili.