fbpx

SEI Business – I’M A PROBLEM SOLVER

Chi sei? Sono Mariano Rigo, esperto in problem solving, e con questo articolo ti illustro come creare soluzioni ai tuoi problemi.
Chi sei? Sono Mariano Rigo, esperto in problem solving, e con questo articolo ti illustro come creare soluzioni ai tuoi problemi.

Primo articolo Business su SEI.

Quindi la domanda è lecita:

chi sei? 

Mi presento. Sono Mariano Rigo, imprenditore e specializzato in problem solving.

I’m a problem solver

In due parole: risolvo problemi.

Ne vuoi altre due? creo soluzioni.

sei

I problemi mi hanno sempre accompagnato ed un giorno, ormai qualche anno fa, ho deciso di trasformare questo apparente limite in risorsa, in sforzo determinato e concentrato volto alla risoluzione.

Spesso in azienda si presentano criticità e problematiche di tutti i gusti e per me risolvere un problema significa trovare il modo migliore per affrontarlo. 

Mi occupo di consulenza aziendale ed io e il mio team offriamo un modo tutto nostro di dare soluzioni.

Sfortunatamente, il vero problema (più grande e ricorrente) con gli imprenditori bloccati in una mentalità singolare è che questa mentalità non consente la sperimentazione.

Ma non è il tuo caso visto che stai leggendo questo articolo.

Visto che hai già mosso il primo passo informandoti a riguardo!

Sei sulla buona strada!

In molti casi, il primo step da compiere per risolvere un problema è proprio “dare forma” alla questione, analizzarla e trovare informazioni.

Condivido con te 3 semplici suggerimenti che utilizziamo in azienda quando ci troviamo di fronte ad un blocco o difficoltà.

Sia al nostro interno che con i nostri clienti.

Sono 3 semplici step in ordine rigorosamente cronologico che possono realmente cambiare la tua prospettiva.

1. Comprendere la causa principale

Perché l’albero da cattivi frutti? Perché spesso sono ammalate le radici.

La prima cosa da fare è capire, comprendere e analizzare dove sei e perché.

Risparmia davvero tempo ed  energia nel tentare di “tagliare” le foglie, vai direttamente alla radice.

Una volta compresa la causa, è  una buona idea coinvolgere una parte fidata, un esperto di quelle radici specifiche oppure un problem solver  per ottenere una seconda opinione della situazione e condividere i passaggi strategici e attuabili che intendi intraprendere. 

Questo, ti permette di avere un punto di vista esterno ed agire in modo più consapevole, meno istintivo o irrazionale.

2. Fai domande, approfondisci la problematica ed esplora nuove possibilità.

Definisci chiaramente il problema e il risultato desiderato. Approfondisci con domande esplorative e informati, da solo o con l’aiuto esterno sulle possibili strategie. 

La voglia di superare un problema spesso ci fa agire in velocità, saltando passaggi informativi essenziali alla buona riuscita.

Durante questa fase di scoperta, la diligenza e la precisione saranno vantaggi competitivi importanti nel processo decisionale. La mancanza di chiarezza crea risultati temporanei e superficiali.

3. Vision chiara e obiettivo ben formato

“Non esiste vento favorevole per un marinaio che non sa dove andare”. Seneca, grande saggio, in poche parole esprime un concetto chiave in azienda: inizia a risolvere un problema con una visione chiara di come sarebbe il successo una volta risolto il problema. 

Valuta anche gli strumenti di monitoring e misurazione degli avanzamenti. Spezzetta il problema se è complesso e definisci tappe chiare intermedie per arrivare all’obiettivo.

Il mio team utilizza lo strumento dello score per effettuare questi passaggi.

Nella fase iniziale i nostri counselor aziendali esplorano le cause principali del conflitto o della problematica. Nella seconda fase i nostri Business coach insieme all’azienda sostengono gli stakeholder nella definizione dell’obiettivo, offrendo strumenti specifici per descriverli in modo benformato ed efficace.

sei

Ora sei consapevole che…

la chiave del problem solving è, come in ogni situazione professionale, la competenza.

Mariano Rigo, Imprenditore

ARTICOLI SUGGERITI

Genitori emotivamente intelligenti

[Parole: 2444]

Questo ebook vuole essere un supporto per tutti i genitori che vogliono trovare nuovi modi per ai...

1.80

07-Peter Pan e Wendy

[Parole: 2221]

In questo e-book parleremo della sindrome di Peter Pan e di come gli uomini affetti da questa sin...

1.80

Sei emozioni + 1

[Parole: 2231]

Attraverso questo mini-libro imparerai cosa sono le emozioni in un viaggio fra gli autori più i...

1.80
Mariano Rigo
Ognuno ha dentro di sè una montagna da scalare. Con forza, determinazione e coraggio puoi affrontare ogni sfida nella vita . L'evoluzione è trasformazione. Aiutare le persone in questo grande cammino è il mio scopo,la mia visione. Ho scalato fino a 4554 metri nel momento più difficile della mia vita perchè avevo bisogno di non mollare, di continuare ad andare avanti. In azienda utilizzo la natura e l'arte del kaizen (miglioramento continuo) per fare crescere i team e i collaboratori ,aiutandoli a ritrovare dentro di sè quel luogo speciale dove TUTTO è possibile. Il coaching evolutivo è una speciale metodologia che ho creato per chi vuole andare oltre i propri obiettivi, per chi vuole superare limiti e condizionamenti mentali sfidando sé stesso in natura. Il percorso più completo che propongo è AME: accademia mentale evolutiva, 7 mesi -7 abitudini - 7 weekend in cui sviluppi competenze trasversali e trasformi la tua vita attraverso un viaggio speciale, immerso nella natura e nelle tue emozioni. Sono esperto in "Kaizen aziendale" e teambuilding in natura, certificato NLP Coach dalla Bandler Society e Master Pratictionner in Pnl.