fbpx

Un Piacere da leggere

"Il Piacere" di Maria Hesse può essere letto come un libro di storia, un libro di anatomia o un diario segreto: a voi la scelta!
"Il Piacere" di Maria Hesse può essere letto come un libro di storia, un libro di anatomia o un diario segreto: a voi la scelta!

Il Piacere di Maria Hesse può essere letto come un libro di storia, un libro di mitologia, un libro di anatomia, un libro illustrato o un diario segreto come ci dice Lara Moreno nell’introduzione.

Per me è stato come leggere una favola.

Parlare di piacere è difficile, se poi è il piacere erotico e sessuale a fare da padrone diventa una impresa.

piacere

Di solito o si è tecnici e dunque freddi come nei manuali di educazione sessuale o in quella miriade di volumi divulgativi che ci insegnano che cosa è il sesso oppure si è caldi ed emotivamente coinvolti e dunque non si forniscono informazioni tecniche e consigli pratici.

Questo libro fa una magia riuscendo a tenere tutto insieme con una semplicità e una scorrevolezza davvero rara.

Probabilmente saranno le illustrazioni splendide e davvero intense che dietro a tratti leggeri e sottili nascondono una intensità emotiva, erotica e anche romantica oppure sarà questa abilità di passare dal racconto di fatti alle biografie di donne significative passando per le poesie e la musica pop che rendono questo un viaggio senza pari.

Non lo so per certo ma non perdetevelo.

Perchè leggere “Il Piacere”

Inizia citando la Bibbia e non si scorda di Lilith e questo per me è già un buon segno.

Certo son di parte perché Il Piacere è un libro femminista e in esso tornano a vivere Colette, Saffo, Cleopatra, Simone de Beauvoir insieme alla meno nota urologa Helen O’Connell o alla sessuologa Betty Dodson o alle più insolite eroine di Sailor Moon.

È anche vero che sono sempre ipercritica di fronte a libri sulla sessualità e la mia vocina di “professionista” è a volte invadente.

In questo caso mi sono abbandonata alla narrazione a tal punto che neppure quando ho letto punto G e non area CUV mi sono innervosita.

Consiglio la lettura a tutti dai 13 anni in su anche se so che se lo avessi trovato nella mia libreria lo avrei sfogliato, letto e guardato anche molto prima di quella età.

piacere

Se siete uomini cisgender ed eterosessuali leggetelo due volte perché trovate più indicazioni sul piacere femminile qui che in mille altri luoghi.

Un valore aggiunto che rende ancora più bello questo libro è che c’è la ricetta per la tortilla ed essendo la Hesse di Siviglia mi fido molto.

Non voglio svelarvi nulla perché se c’è una cosa che questo libro ci insegna o ci ricorda è che il piacere sessuale sta anche nel mistero e nella gioia di svelarlo con i propri tempi e i propri modi.

Vi auguro una piacevole lettura con la citazione che trovate all’inizio subito dopo la dedica (alla madre, alla nonna e alla sorella tanto perché sia chiaro che è un libro dove gli estrogeni abbondano)

Il sesso è come il bridge. Se non hai un buon partner, spera almeno in una buona mano.

Mae West

ARTICOLI SUGGERITI

06-L’erba del vicino

[Parole: 2729]

In questo e-book parleremo di quando un partner tradisce l’altro. Come mai succede? Quali sono ...

2.25

Questione di abitudini

[Parole: 1765]

In questo mini libro parliamo di abitudini. Le abitudini sono fasci di neuroni che percorrono lo ...

1.35

07-Peter Pan e Wendy

[Parole: 2221]

In questo e-book parleremo della sindrome di Peter Pan e di come gli uomini affetti da questa sin...

1.80
Anna Bernardi
Dal 1996 sono Infermiera e già dai primi anni di lavoro mi sono accorta che la parte che amavo coltivare del lavoro era quella relazionale La mia curiosità mi ha spinta verso lo studio di modi differenti e integrati del prendersi cura delle persone e il mio incontro con la Dott.ssa Balconi Loredana e il Dott. Alessandro Quadernucci e la loro Accademia del NEI(Integrazione Neuroemozionale) prima, e poi con la Dott.ssa Milena Screm e il suo modello di Breathwork e counseling a mediazione corporea  mi hanno permesso di dare forma e sostanza professionale a questa mia passione. Fra i mille corsi più o meno lunghi di mindfulness, gestione del dolore, comunicazione, master per conduzione di gruppi e gestione delle coppie in counseling ho incontrato la sessuologia che ho approfondito presso una delle più vecchie scuole di sessuologia, il CIS-Centro Italiano di Sessuologia., dove ho conseguito il titolo di Consulente sessuale dando struttura e sostegno a un ambito di cui mi occupavo da anni come professionista e come persona.