fbpx

Leader resiliente: quanto vale in azienda?

Le sfide per i leader non finiranno con un vaccino. I problemi sociali che da tempo stanno sotto la superficie stanno sollevando domande e criticità che dureranno a lungo dopo la fine della pandemia.
Le sfide per i leader non finiranno con un vaccino. I problemi sociali che da tempo stanno sotto la superficie stanno sollevando domande e criticità che dureranno a lungo dopo la fine della pandemia.

Le sfide per i leader non finiranno con un vaccino.

I problemi sociali che da tempo stanno sotto la superficie stanno sollevando domande e criticità che dureranno a lungo dopo la fine della pandemia. 

Il contratto sociale implicito tra istituzioni e stakeholder è giustamente messo in discussione. 

Gli individui sono preoccupati e stressati: molti non credono di essere ascoltati dai loro leader / datori di lavoro o di essere trattati in modo equo e uguale.

E come indica una recente ricerca, queste tendenze erano già latenti e sono state semplicemente accentuate da COVID-19.

L’Edelman Trust Barometer dichiara che  il 77% degli intervistati statunitensi (a febbraio) concorda sul fatto che le grandi aziende si siano rese colpevoli di realizzare un rapido profitto.

L’aggiornamento di maggio 2020 indica che solo il 38% degli intervistati globali ritiene che il business stia “andando bene o molto bene” nel mettere le persone prima dei profitti. 

La convinzione dei millennial che il business sia “una forza del bene” diminuisce gradualmente: solo il 51% dei millennial lo afferma rispetto al 76% di tre anni fa. 

Durante la pandemia solo il  41% dei millennial ritiene che il business stia avendo un impatto sociale positivo a livello globale. 

Numeri a parte, l’elemento chiave di questa faccenda è sicuramente la fiducia.

Le caratteristiche dell’affidabilità, del trasmettere sicurezza impongono di fare scelte che investono nelle relazioni, questo è il vero valore reciproco. 

La fiducia è uno scambio tangibile di valore, infinitesimale e soprattutto umano, in diverse sfaccettature.

leader

Ma ci fidiamo dei nostri leader?

COME POSSIAMO AUMENTARE LA FIDUCIA E INVESTIRE NEL RICOSTRUIRE UN SENSO DI SICUREZZA?

Lo scrittore britannico George Eliot afferma che  “coloro che si fidano di noi ci istruiscono” : per costruire, continua, la fiducia con i nostri stakeholder – comprendere le loro preoccupazioni e le loro priorità – è necessario tirare fuori diversi elementi.

Questi possono essere semplificati nella volontà di ascoltare, in quella di imparare e nell’abilità di comunicare e confrontarsi.

Costruire fiducia significa anche fare scelte quotidiane consapevoli, e soprattutto di agire in base a quelle scelte .

Per fare questo occorre fiducia reciproca. 

Quando noi leader ci fidiamo dei nostri collaboratori, entriamo in uno scambio proattivo e potenziante che genera opportunità: il leader dimostra affidabilità, i collaboratori ci sostengono e rafforzano le nostre scelte strategiche e innovazioni. 

La fiducia reciproca genera nuove visioni, orizzonti e possibilità e rende attraversabile il cambiamento, anche quello più critico e difficile.

I leader aziendali che saranno aperti e disponibili a riconoscere ciò che non sanno, ad affrontare limiti e  vulnerabilità , avranno maggiori probabilità di creare fiducia, rispetto a chi erroneamente credono che la loro più grande fonte di influenza sia la conoscenza, o almeno agiscono come se sapessero. 

Un leader che ammette l’errore non ha prezzo: rafforza fiducia, espone sicurezza e determinazione e genera esempio positivo nell’intera organizzazione.

Non c’è modo migliore di guidare ed essere responsabili ammettendo i propri errori, chiedendo scusa e con trasparenza, agire cercando la soluzione.

leader

Intento positivo e azione proattiva

Le buone intenzioni sono il primo passo di una leadership efficace: poi servono i fatti, le azioni , i comportamenti.

L’intento è solo una promessa.

Il leader di oggi  deve essere in grado di mantenerla  in modo competente, affidabile e capace. 

La vera sfida poi, è essere in grado di farlo nelle aree (fisiche, emotive, digitali o finanziarie) che contano di più per i loro stakeholder in quel dato momento.

Da questo deriva una capacità essenziale: l’empatia.

La capacità di connettersi come esseri umani sarà il vero ingrediente speciale per i leader che aspirano ad essere considerati affidabili.

Saper riconoscere i bisogni e le diverse esigenze del proprio team, offrire trattamenti speciali per ciascuno e potenziare valorizzando i talenti individuali  .

Ciò richiede diverse competenze comunicative, tra cui quella di saper comprendere cosa è importante per gli altri e come poterli aiutare a raggiungerlo.

Leader del futuro

Tutte queste valutazioni servono ad affrontare quello che avverrà e non a confrontarci su ciò eravamo prima degli eventi del 2020.

La vecchia normalità ormai è esosa.

E’ necessario co-creare una normalità migliore, evoluta più flessibile.

La fiducia sarà  la base del nuovo futuro perché consente alle parti interessate di credere nell’organizzazione e nella sua missione, nella sua competenza per avere successo e nel suo intento di “fare del bene”, di essere grandi leader!

Nel nostro percorso trasformativo dedicato alle aziende infatto è dedicato un intero modulo a questa nuova forma di leadership.

Porsi domande scomode, difficili e potenzianti ci consentirà di tracciare un percorso in avanti, di organizzare e dare la priorità ai nostri prossimi passi intorno alla fiducia e di renderla concreta ed efficace all’interno della stessa organizzazione.

Da questa nuova realtà sono convinta emergeranno figure più professionali,  responsabili e coraggiose che, nel caso di scelte difficili o situazioni critiche da gestire, saranno più integre,convinte e determinate ad agire.

ALTRI ARTICOLI DI QUESTO AUTORE

In offerta!
Best Seller

Comunicare Efficace-Mente

[Parole: 2442]

In questa breve guida imparerai come farlo al meglio e comprendere questo potente strumento di c...

1.80 0.00

Guarda, senti, ascolta

[Parole: 1836]

Grazie a questo mini e-book imparerai a conoscere con quali sensi definisci la tua realtà. Impar...

1.35

C’era una volta Educò

[Parole: 2162]

Educò è una filosofia. E’ uno stile educativo. E’ un modo di pensare ed educare.
E’...

1.80
Emanuela Caiano
Esiste l'esempio. Esiste l'emozione. Esiste un nuovo modo di educare attraverso l'ispirazione. La mia missione? aiutar le persone a liberare il proprio potenziale attraverso la scoperta delle infinite risorse che risiedono dentro di sé.