fbpx

Focus – Daniel Goleman

Focus significa concentrazione, ma non solo. In questo libro potrete trovare molti spunti per comprendere quanto, in questo momento storico, sia importante rimanere concentrati e che strategie possono essere messe in atto.
Focus significa concentrazione, ma non solo. In questo libro potrete trovare molti spunti per comprendere quanto, in questo momento storico, sia importante rimanere concentrati e che strategie possono essere messe in atto.

Focus significa concentrazione, ma non solo. 

In questo libro potrete trovare molti spunti per comprendere quando, in questo momento storico, sia importante rimanere concentrati e che strategie possono essere messe in atto.

Come sapete sono un grande ammiratore di Goleman, sia perchè è il padre dell’intelligenza emotiva, uno dei concetti più interessanti e funzionali degli ultimi 50 anni; sia perchè è un grande divulgatore scientifico in grado di parlare di neuroscienze come se si parlasse di calcio al bar.

Ho già scritto le recensioni di INTELLIGENZA EMOTIVA e di LAVORARE CON  L’INTELLIGENZA EMOTIVA e visto che hanno riscosso molto successo oggi vi presento un’altro capolavoro:

Focus. Come mantenersi concentrati nell’era della distrazione

Il focus del libro è…

L’attenzione, con tutte le sue sfumature; da come si è evoluta negli individui a come è cambiata in funzione dei tempi moderni.

Uno dei punti su cui Goleman si sofferma maggiormente e quanto la vita moderna modifichi pesantemente la nostra attenzione. 

Il potere “distrattivo” che hanno molti dispositivi, come la televisione, i social e gli smartphone unito alle pubblicità che ogni giorno ci bombardano il cervello sono i veri nemici della nostra attenzione.

Perchè non c’è focus se è presente troppo “rumore” di sottofondo.

Quello che mi piace veramente tanto nei libri di Goleman è la sua capacità di raccontarci la scienza attraverso esempi di vita quotidiana.

Questo permette a noi lettori di comprendere realmente i concetti espressi e quindi portiamo più attenzione a quello che stiamo leggendo.

Vedete è un genio!

Ci spiega come funziona l’attenzione e la concentrazione attraverso una scrittura attrattiva, che ci porta dentro il nocciolo del concetto.

focus

Perchè scrivere un libro sulla concentrazione?

Questa è stata una delle domande che mi sono fatto quando ho visto il libro nello scaffale della libreria.

Io sono un amante dei testi scientifici, e tutto quello che riguarda la scienza e il funzionamento del nostro cervello mi appassiona. 

Questo però so che è una mia peculiarità, a tanta gente invece questo non interessa, o almeno non abbastanza da comprare un libro del genere.

E come sappiamo bene quando si scrive un libro lo si fa per rispondere ad una domanda o una necessità intellettuale.

Leggendo il libro si comprende bene quali sia stato il motore che ha spinto Goleman a scrivere questo testo sul concetto di Focus, e questo lo rende ancora più interessante.

Come per il concetto di Intelligenze Emotiva, che aveva come fine quello di generare una società basata sulla comprensione e sulla gestione delle emozioni nelle relazioni interpersonali.

Il libro Focus si basa sulla necessità di costruire un futuro migliore con individui in grado di concentrarsi sugli obiettivi e “mantenere dritto il timone anche dentro la tempesta”; perché nelle sue previsioni solo chi avrà questa capacità di concentrazione riuscirà ad emergere e generare benessere nella sua vita e in chi gli sta intorno.

Come negli altri libri di Goleman il focus è posto maggiormente sui giovani, che saranno gli adulti di domani. 

Questo perchè, purtroppo o per fortuna, sono nello stesso momento la generazione che ha meno strumenti e contemporaneamente quella che ha più possibilità di invertire la rotta di comportamenti sbagliati.

focus obiettivi

Qui ed ora = Focus

Ormai, come società, viviamo in una costante distrazione, incapaci di vivere nel “qui ed ora” che semplicemente vuol dire essere sballottati tra il passato e il futuro senza mai fermarsi a vivere la vita e prepareare la strada da seguire per i nostri obiettivi.

Goleman ci racconta una società che vive nell’ansia del futuro a causa di un livello minimo di attenzione che causa una cronica incapacità di prendersi responsabilità e costruire obiettivi eccellenti e soddisfacenti.

Una delle parti più interessanti è sicuramente il funzionamento delle nostre “DUE” menti, perchè da una parte ci racconta come siamo fatti e dall’altra c i spiega come potremmo usare queste informazioni a nostro vantaggio.

Goleman parla di una mente BOTTOM-UP (dal basso verso l’alto) e di una TOP-DOWN (dall’alto verso il basso)

La prima “mente” può essere anche considerata quella antica, cioè quelle parti che abbiamo sviluppato prima e che sono involontari, automatici e rapidi.

Questa mente è sempre attiva, impulsiva e agisce attraverso le associazioni di emozioni e ricordi; cioè è quella che ci ricorda che il fuoco brucia senza per forza doverci mettere la mano sopra. 

Tutte le nostre routine sono gestite da questa mente, tutti i nostri schemi e come decodifichiamo il mondo appartiene a questa parte.

La seconda mente potremmo invece considerarla quella più evoluta; infatti lavora in modo più lento e consapevole.

Questa mente agisce in modo volontario e ci serve per rompere le routine quotidiane e aprire la strada a innovazione e scoperta.

Questa mente è in grado di gestire gli impulsi emotivi attraverso l’attivazione e la ricerca di novità.

Il mondo moderno, con tutto il suo caos, agisce ovviamente sulla mente più “antica” proprio perchè fa leva sulle emozioni e sulla nostra impulsività.

Questo libro ci spiega come possiamo usare la seconda mente per gestire la prima.

Quindi che dire,

se non volete stare a poltrire,

aprite il libro prima di dormire ,

perchè la novità 

il tuo cervello cercherà…

Michele Quadernucci

ALTRI ARTICOLI DI QUESTO AUTORE

Le dieci regole della salute

[Parole: 2355]

In questo ebook troverete dieci semplici regole per vivere in salute. In quanto “adattativa...

1.80

Applicare 7 leggi spirituali

[Parole: 2744]

Le riflessioni applicative che vi propongo sulle sette leggi spirituali del successo di Deepak Ch...

2.25

Parole giuste

Cerchi le parole giuste per educare i tuoi figli? Vuoi comprendere come applicare la comunicazione efficace nel tuo lavoro? Vuoi le strategie per o...

90.00
Michele Quadernucci
Laureato in Sviluppo economico, Cooperazione internazionale e Gestione dei conflitti presso l’Università degli Studi di Firenze, ha ampliato le sue competenze con un diploma triennale di Counseling psicosomatico ad indirizzo comunicativo, olistico, integrato. Ha proseguito le sue formazioni nel campo della formazione e del benessere ottenendo l’Internazional NLP Coaching Certification di Grinder, Bostic e Frausin e diventando formatore nell’uso delle LifeSkills. Lavora per lo sviluppo dell’intelligenza emotiva nel contesto educativo e formativo, usando la gestione dello stress e delle emozioni come base per una didattica innovativa; negli anni ha sviluppato modelli di lavoro sulle emozioni e sulla didattica legati alle LifeSkills e all’intelligenza emotiva, che permettono di ottenere risultati eccellenti, ecologici e ripetibili.